Announcement

Collapse
No announcement yet.

Aggiornamento mercati finanziari

Collapse
X
 
  • Filter
  • Time
  • Show
Clear All
new posts

    Anche tu Cavaliere, sempre sulla breccia.

    Comment


      E Cesco ci incoraggia e ci tiene vivi e compatti. Grazie Cesco.

      Comment


        Mai mollare, i soldi arrivano Già essere sopravvissuti all'ultimo crollo corona è cosa buona e giusta. Ed ora nuova assetti verso altre conquiste

        Comment


          Buon fine settimana.

          Continua la fase ciclica di ascesa dei mercati, guidati dagli USA e dal gruppo BRIC-Asia, cui si è aggiunta questa settimana con un segnale importante (anche alla luce della stagionalità) l’Europa: quasi tutti gli indici a nuovi massimi post- COVID. In effetti, si vede come per la seconda settimana consecutiva il salto settimanale in avanti del rating RRR dei mercati europei sia stato consistente.

          A livello ciclico, tutte e tre le curve sono in posizione ascendente, sostanzialmente assecondate dal trend (specie mensile + settimanale). Il quadro resta (per ora) quello di un Bull Market da liquidità, assecondato dalla stagionalità e dalla assenza di alternative.

          Novembre ha ribaltato l’andamento di Ottobre e ha visto la continuazione del trend di ripresa delle borse iniziato sui minimi della crisi COVID, a fine Marzo.

          Mercati azionari – La prevista correzione di inizio autunno ha generato una serie di segnali sugli indici più soggetti a volatilità (in particolare quelli europei). Il trend di fondo, resta positivo ma i livelli di stop sono distanti rispetto alle quotazioni attuali.
          A livello operativo l’approccio consigliato resta quello di privilegiare i mercati leader: Fatta salva la rottura dei livelli di stop mensile degli indici maggiori, ogni correzione andrà valutata in prima battuta come opportunità di acquisto anche se di solito, quando i livelli di stop mensile sono così lontani, è infrequente che si generino grosse performances nel mese.

          Mercati obbligazionari -: Anche in questo caso il quadro è molto chiaro nell’identificare la situazione attuale. Governativi “safe” (Bund e T-Note) in contrazione: l’upside è ormai praticamente nullo ma i margini di downside sono ridotti dal sostegno delle banche centrali. Restano al rialzo Emerging markets bonds, high yield e corporate (in Euro): la redditività è in queste asset classes, ma è marginale e non serve a smorzare la volatilità nei portafogli.

          Oro e argento in fase laterale da tre mesi. In questa fase meglio il rame, ma interessanti segnali anche dal Brent.

          Valute – Interessante un pacchetto di alcune valute vs EUR: Australia, Cina, Messico, Norvegia, Nuova Zelanda, Sudafrica.
          I cambi maggiori non sono interessanti, probabile solo una lenta svalutazione dell'USD.

          Comment


            Buona domenica. Un saluto a Cesco, Cavaliere e Gories.
            Oggi poco da dire.

            A livello ciclico le curve di tutti i time frame sono in ascesa, dunque situazione perfetta.
            Ovviamente, più ci avviciniamo a livelli di euforia, più si avvicina la correzione al ribasso. Per ora tuttavia il quadro è stabile e non ha eccessi. La questione si porrà nel primi mesi del nuovo anno.

            La miglior misura della posizione ciclica dei mercati globali è l’analisi BOTTOM-UP dei 155 titoli più importanti.

            Il risultato è chiaro.
            - Sul LUNGO TERMINE, la crisi COVID è stato l’evento-choc a cavallo della
            fine decennio, con pochi paralleli negli ultimi 50+ anni.
            - Il minimo di Marzo 2020 è stato il punto A o C.
            - In particolare, Marzo 2020 è stato il punto A per Europa e per molti mercati
            (ASIA, EMG), mentre è stato il punto C per gli USA. ovvero gli USA sono più avanti degli altri nel ciclo economico di lungo termine.
            - Il prossimo top di medio termine sarà ROTAZIONALE (Q1-Q2 2021) e sarà
            seguito da una fase di lateralità/rallentamento/correzione verso C ed E. A seguire ci sarà ancora una ultima spinta, di tipo speculativo.
            - Il trend di lungo termine delle borse (che va interpretato come una CORRENTE OCEANICA PROFONDA) resterà per tutto il 2021, fatti salvi
            eventi esogeni importanti.
            - Il fattore decisivo da fine 2021 in poi sarà il TIMING DI RIENTRO DELLE
            BANCHE CENTRALI dalle politiche iperespansive
            degli ultimi anni.
            - L’aumento di volatilità delle correzioni è INVERSAMENTE PROPORZIONALE
            al livello dei tassi, in quanto diminuisce le alternative di allocazione.

            L'indicazione è di mantenere quasi tutto, non entrare ancora sulle borse europee, allontanarsi dai governativi USA. Per chi non li ha, è ora di applicare degli stop e iniziare a sbocconcellare un pò di profitto.

            Comment


              Buona domenica.
              Nulla da aggiungere a quanto detto la scorsa settimana. Cenni di rallentamento ciclico di breve sulle parti che hanno corso di più. Segnaliamo solo come gli Ultrabig abbiano già scavallato la vetta ciclica su breve e medio termine e quindi – esattamente come si sono posti finora come gruppo leader del movimento rialzista – siano da monitorare attentamente nelle prossime settimane, specie in caso di incapacità di breve di raggiungere nuovi massimi come gruppo.

              STATO DI ALLERTA ARANCIONE
              Mercati azionari in fase di compiacenza – Rischio crescente di correzione tra ora e il Q1 2021
              ALLEGGERIRE GRADUALMENTE E/O CHIUDERE LE POSIZIONI DI TRADING SUI MERCATI AZIONARI, SPECIE SU ULTERIORI STRAPPI VERSO 3750/4000 S&P 500 E 13000 NASDAQ
              Sono comunque sconsigliate posizoni Short.

              Comment


                Buona domenica.
                Poco da aggiungere in questo ultimo mese dell' anno. Finché dura la compiacenza delle banche centrali, l'eccesso di liquidità e i tassi reali negativi il denaro è costretto a spostarsi sulle azioni, salvo i giardinetti dell'oro e del bitcoin, che comunque restano investimenti marginali.
                Allora:
                Normali cenni di rallentamento ciclico di breve sulle parti che hanno corso di più. Le curve di medio e lungo termine restano intonate favorevolmente e la tabella di trend resta solidamente intonata al rialzo. Plausibile che da qui a fine anno si lavori più in trend laterale che altro, senza grossi scossoni.
                Attenzione solo a un eventuale ritorno al ribasso dei trend settimanali sugli indici maggiori.

                Nessun cambio di indicazione rispetto alla settimana scorsa. Stare lontani dai governativi USA e molto cauti sulle borse europee.

                Comment


                  Ciao aliboba Hai più informazioni riguardo ai governativi? Io investo anche su TLT (titoli di stato americani a lungo termine), chiaro che in questo periodo non brillino ma durante la crisi covid mi hanno salvato non poco, sebbene con i dovuti scossoni che hanno comunque coinvolto pure l'oro.

                  Su internet se ne trovano di ogni, vedo che anche tu li sconsigli.
                  Anche il consulente con cui mi sento ne sconsiglia l'acquisto, secondo il mio sistema invece andrebbero acquistati.
                  Non mi interessa l'investimento a 30 giorni, tu come li vedi nel medio/lungo termine?

                  Comment


                    Forse non è entrato il commento. allora riscrivo: guarda questo grafico trimestrale, guarda le medie e il momentum. Vedi che non ci siamo, almeno per la prima metà di questo anno.

                    Comment


                      Allora, buon fine settimana.
                      A che punto siamo? Sempre il solito.
                      Nuovo allungo del mercato, che dal punto di vista ciclico si trova in uno stato di grazia (tutte le curve con dominanza Advancing), Anche il trend ha una dominanza fortissima bullish (>70% di mercati LONG su base settimanale e mensile).
                      Al momento i mercati non temono più nulla, si sentono supportati e spinti quasi in modo idraulico dalle Banche Centrali e questo – se da un lato è una miscela perfetta, insieme alla assenza di alternative – dall’altro potrebbe diventare l’innesco per correzioni velenose, specie in caso di rialzi troppo rapidi. Per ora disco verde ma allerta arancione (non ancora rosso...), specie per le nuove entrate.
                      Vale quanto detto in precedenza, le correzioni potrebbero essere cattive. Inserire stop adeguati. Non è ancora il momento dell'oro, né delle borse europee. Ovviamente, come da grafico precedente, fuori da governativi USA.

                      Comment


                        Originally posted by aliboba View Post
                        Forse non è entrato il commento. allora riscrivo: guarda questo grafico trimestrale, guarda le medie e il momentum. Vedi che non ci siamo, almeno per la prima metà di questo anno.
                        I TLT su cui investo non sono 7-10 anni ma 20+
                        ma il tuo ragionamento è chiaro, proverò ad analizzare la cosa anche per i 20+

                        Comment


                          Scusa Cesco non avevo capito bene, sono tipo dei perpetual. Allora è chiaro che sul lungo periodo crescono, ma come tutte le obbligazioni bisogna aspettare il 'buy on dies' a mio parere. A mio parere il tuo algoritmo 'vede' gli oscillatori molto bassi, sul mensile, ed è vero. Tuttavia, anche se la FED i tassi a lungo li controlla meno, la resistenza che vedi, per ora respinge il prezzo.

                          Comment


                            Mi permetto di inviare ancora questa chart, riferita al Lyxor - T note sopra i 10 anni. Osserviamo che su questo time frame, la coppock è ancora al rialzo e il momentum non è ancora passato in area negativa. Inoltre il prezzo è appoggiato su una media di lungo periodo. Ci possono ancora stare uno o due trimestri discreti, ma sul lungo periodo questa è una situazione da abbandonare. Osservate la stessa chart sul mensile.

                            Comment


                              Questa settimana non ho nulla di particolare da dire, salvo augurare Buone Feste a Voi tutti. Abbiamo trascorso un anno complicato e il prossimo è arduo da prevedere. La crisi è ancora tutta in corso e seguiremo gli avvenimenti. Abbiamo tutti esperienza, competenza e un buon bagaglio di strumenti tecnici e algoritmici per mantenerci al passo.

                              Comment


                                Buon fine sttimana di inizio anno..
                                I mercati sono come sospesi. Sia per le feste, sia in attesa di vedere l’evoluzione dell’epidemia e, correlata, dell’economia.

                                Il trend settimanale si porta gradualmente in fase D, con un calo (lieve) delle posizioni LONG. Per ora non cambia nulla: i trend minori restano riassorbiti dentro a quelli maggiori, dominanti. Essenziale in questa fase (delicata) a cavallo della fine/inizio d’anno che non ci siano segnali ribassisti settimanali sugli indici maggiori. Restano evidenti segnali di compiacenza e eccesso, che tuttavia potrebbero prolungarsi e portare gli indici consistentemente più in alto prima di una correzione o consolidamento.

                                La prospettiva, per ora, è questa:
                                1. Al 31.12 c'è il 47.9% di probabilità di vincere nel 2021 con una strategia Buy&Hold, senza mai discese sotto i livelli di guardia.
                                2. Nel momento in cui S&P e Dow dovessero chiudere un mese a nuovi massimi, la probabilità di cui al punto 1 sale al 62% e la probabilità di un anno di segno negativo (reversal year) scende dal 35.4% al 16.6%.

                                In una prospettiva di breve si attende la composizione del Senato USA e la maggioranza che si caratterizzerà. Oltre alle prime mosse della nuova presidenza.
                                In una prospettiva più estesa la dialettica fra Cina e USA sulla supremazia è in pieno svolgimento. Si tratta di un confronto geopolitico mondiale, che va tuttavia inquadrato soprattutto in termini culturali.
                                Per comprendere questo aspetto bisogna comprendere la filosofia e etica confuciana, di cui la cina è intrisa, dopo la breve parentesi maoista. Il senso del tempo dei due paesi è molto differente. I cinesi lavorano su tempi lunghi, gli americani sono cadenzati dalle Trimestrali.
                                L’america nasce da una ribellione alla Corona inglese e da ogni forma di sudditanza, in cina il potere assoluto dell’imperatore era la norma per millenni e pertanto non è vissuto come estraneo dalla popolazione.

                                Il discorso è ampio e, a mio parete, interessante, ma, per tornare a noi, consideriamo che il P/E dello SP500 è molto alto e richiede una correzione, ma magari non subito, se prevale, come sembra, una estensione rialzista.
                                Come punto di riferimento consiglio di osservare Amazon, che è da un po’ in un triangolo laterale. Come uscirà da questo, sarà il segnale del movimento prossimo.
                                Per il resto la situazione è immutata e anche il posizionamento non cambia. Tenere sempre gli stop.

                                Comment


                                  Buon fine settimana.
                                  Partenza d’anno potente sulle borse, sulla scia della chiusura 2020 sui massimi. La posizione ciclica è la migliore possibile in un trend rialzista (dominanza totale A+A sulle basi mensile e trimestrale) ed è confermata dai numeri del trend, veramente al top statistico della positività. Il treno della rivisitazione BONDS OUT →EQUITY IN è in piena corsa.

                                  Restano evidenti e crescenti segnali di compiacenza e eccesso, che tuttavia potrebbero prolungarsi e portare gli indici consistentemente più in alto prima di una correzione o consolidamento.

                                  Livelli di controllo SP500 3755/3665 e 30600/29900 Dow
                                  Allarme rosso a 3400/3200 e 27900/26000.

                                  Attualmente probabilità del 66,6% di chiusura 2021 positiva. Anno flat 16,6, anno negativo probabilità 16,6%.
                                  Come vedete si parte bene. Mi sembra che ci sia ancora spazio prima della prima correzione dei mercati (Marzo?)
                                  Bisogna tenere d'occhio due titoli: come esce il laterale di Amazon e, adesso, dove finisce l'allungo di Tesla.

                                  In sintesi, tuttavia, andando verso i 4000 di SP500, conviene alleggerire.
                                  Come mercati tutto va bene, salvo HY e emerging bond. Unici negativi i governativi USA.

                                  Comment


                                    Buona fine settimana.
                                    Cambia poco rispetto alla scorsa ottava e solo sulla posizione ciclica di breve, che in questo momento è la meno significativa. La posizione ciclica resta di dominanza totale A+A sulle basi mensile e trimestrale ed è confermata dai numeri del trend, veramente al top statistico della positività.

                                    Il treno della rivisitazione «BONDS OUT→EQUITY IN» resta in piena corsa. Restano evidenti e crescenti segnali di compiacenza e eccesso, che tuttavia potrebbero prolungarsi e portare gli indici più in alto prima di una correzione o consolidamento.

                                    Questo si prospetta come un anno favorevole. Certo, ci saranno almeno due ritracciamenti importanti (da usare per ricaricare) di cui il primo non oltre i primi 6 mesi dell'anno.
                                    I FAANG stanno mollando il rialzo, piano, piano. Data la loro importanza, come capitalizzazione, tutti gli altri indici e titoli seguiranno.

                                    Resta valido il suggerimento di monitorare Amazon e Tesla. Come proxy. Resta anche valido il 4000 di SP500, oltre non c'è più upside e non vale più il rischio.
                                    I bond dei mercati emergenti sono da seguire, per una futura eventuale accumulazione, ma non ancora da iniziare adesso.

                                    Comment


                                      Buona domenica.
                                      Per ora sul trend di base delle borse non si è mosso nulla. La parte ciclica è in piena fase A sia mensile che trimestrale, mentre il trend è ancora più sbilanciato: 87% e 89% in posizione LONG (mensile e trimestrale). Al momento questa non può ancora essere qualificata come «correzione strutturale».
                                      La prossima settimana si vedrà e si chiarirà. Bisogna che tutti mercati entrino in fase discendente di breve e che i mercati più deboli escano dal long mensile, almeno.

                                      Tuttavia, attenzione.......Il RETURN TO THE MEAN colpisce tutto, anche gli ULTRABIG che fanno registrare una pessima settimana e tornano a ridosso della media mobile azzurra (a 20 periodi), fondamentale per determinarne la tenuta. Stessa situazione, anche se meno tirata, per i FAANG, che hanno chiuso la settimana proprio attaccati alla loro media.
                                      IMPORTANTE – Il nostro FAANG INDEX ha rotto la media azzurra solo in tre occasioni negli ultimi anni: Ottobre 2018, Luglio 2019 e Marzo 2020. In due casi seguì un calo pesante di tutti i mercati.

                                      Comment


                                        Buon fine settimana.
                                        Il cambio di mese porta a un netto peggioramento della posizione ciclica, che si porta in fase discendente sia sul breve che sul medio termine.
                                        Per ora suggeriamo di continuare a evitare comportamenti aggressivi (es.: BUY-THE-DIP prematuri) sul mercato.
                                        Il mattone fragile della costruzione sono comunque in prospettiva i bonds, molto più delle borse.

                                        Si può a iniziare a monitore oro, Tbond e obbligazioni mercati emergenti, ma non è ancora il momento di entrare.

                                        Calma piatta sulla volatilità. Apparentemente, nessuna paura e nessuna protezione. Un segnale efficace come «contrarian» sulle borse per VIX e VSTOXX è l’avvicinamento / superamento alla media superiore (rossa). In questo momento, questo vorrebbe dire VIX e VSTOXX entrambi >35. Il VIX è sotto 30 e il VSTOXX ora è sotto 25.

                                        Seconda consecutiva settimana pesante per gli ULTRABIG che bucano la media mobile azzurra. Stessa situazione per i FAANG, che addirittura si riportano a ridosso della 40 settimane (200gg).

                                        Attenzione: di solito questo tipo di movimenti (di correzione in trend rialzista) sono caratterizzati da cali del 5-15% dai massimi per la maggior parte degli
                                        indici e si esauriscono in 3-5 settimane (max 8) dal top, che può essere collocato a metà Febbraio.
                                        Concludo con un grafico mensile del PHAU.

                                        Comment


                                          Buon fine settimana.
                                          I mercati sono ancora in rialzo, ma non per sempre.
                                          La tenuta dei recenti minimi di Marzo sugli indici USA permette ai mercati una reazione. In questo momento l’Europa, ha una situazione mediamente migliore: difatti non è praticamente stata toccata dalla correzione.
                                          Quindi molto importanti i minimi di marzo, soprattutto sul Nasdaq. La rottura potrebbe portare a un ribasso violento. I mercati USA sono i più tirati e vanno visti con cautela.

                                          E’ probabile che la settimana entrante e quella successiva chiariscano in modo definitivo lo scenario tecnico primaverile. Per ora prevale l’ipotesi rialzista: le percentuali di mercati LONG sulle tre basi temporali (trimestre, mese, settimana) è tale da non consentire dubbi sullo stato attuale del mercato. Il primo segnale di una correzione generale sarebbe una prevalenza del %SHORT sul %LONG su base weekly degli indici (attualmente al 32%).

                                          ULTRABIG Index: La ripresa degli indici USA ha permesso un recupero tecnico dai supporti, evidente sul grafico soprattutto per S&P stesso e FAANG. L’ULTRABIG è a cavallo della media. La posizione ciclica media del gruppo è ancora ostile su breve e medio termine. Solo due titoli (TSLA e AMZN) sovraperformano il mercato, tutta un’altra storia rispetto al periodo Aprile-Gennaio.
                                          Riteniamo che le prossime due settimane siano decisive per capire se questi titoli (e il mercato) hanno ancora la forza di allungare al rialzo o meno.

                                          Bisogna essere prudenti, siamo prossimi a una correzione che probabilmente segnerà il supporto del mercato per l'anno intero.
                                          Per ora, soprattutto dove siamo in netto guadagno o dove il mercato è molto tirato, conviene iniziare a alleggerire e portare a casa il malloppo. (es. Alphabet).
                                          Oro, Bund e euro deboli, come pure le borse asiatiche.

                                          Comment


                                            Buon fine settimana di Primavera. Con i giardini di marzo che ' si vestono di nuovi colori'.

                                            La posizione ciclica si evoolve gradualmente secondo il suo schema normale: il ciclo di breve è tornato positivo con i mercati più forti dell’ultimo mese, mentre quello di medio è in fase di top, fase che riteniamo si concluderà entro inizio Maggio.

                                            A questo punto, con i numeri di lungo termine e con la posizione del trend che ancora ha percentuali di evidente impostazione rialzista, la chiave è nella direzione della prossima spinta: un ritorno in forze di LONG su base settimanale aprirà a un Aprile di stampo rialzista, con estenzione verso il PUNTO 5 del Ciclo Quadriennale
                                            L’ipotesi rialzista resta comunque la netta favorita sul breve: le percentuali di mercati LONG sulle tre basi temporali (trimestre, mese, settimana) è tale da non consentire dubbi sullo stato attuale del mercato.

                                            L’enorme liquidità presente sui mercati, testimoniata anche dai nuovi record della Leva Finanziaria USA, continua a impattare borse, Crypto, commodities industriali.
                                            Riteniamo comunque che il trend rialzista possa continuare fino al raggiungimento nelle prossime settimane delle aree di target: 4000-4400 SP, 15/16000 DAX, 24500/26500 MIB.
                                            Concludo segnalando che Il ratio Bulls/Bears di Investors Intelligence, che misura un panel di advisors, è sempre orientato al rialzo, molto lontano da quella che potrebbe essere considerata una occasione di acquisto «contrarian» su un eccesso di pessimismo.
                                            Il punto chiave sono i minimi di marzo che non devono essere sforati.

                                            Comment


                                              Buon fine settimana. Oggi nessuna novità.
                                              Sono confermate le osservazioni precedenti: il ciclo di breve è tornato positivo con i mercati più forti dell’ultimo mese, ma necessiterà di un recupero di Asia, Emg e BRIC (e NASDAQ) per una rotazione efficace. Il ciclo di medio è in fase di top, quello di lungo ancora pienamente positivo. L’impostazione rialzista di fondo è chiara, mentre la chiave di breve è nella direzione della prossima spinta. Un ritorno LONG su base settimanale sui mercati più deboli delle ultime settimane (Asia, BRIC, NASDAQ) aprirà a un Aprile di stampo rialzista, con estenzione verso il PUNTO 5 del Ciclo Quadriennale.
                                              I nostri modelli continuano a tenere la guardia alta sui mercati USA, in particolare sul NASDAQ. Sono diverse settimane che le spinte al rialzo vengono respinte dall’area 13300→blocco.
                                              FAANG e ULTRABIG stabili, con la loro media a 20 settimane sempre sull’orlo di un flesso al ribasso. La posizione ciclica media del gruppo è ancora ostile su breve e medio termine. GOOG, unico titolo che sovraperforma il mercato, entra in fase speculativa.

                                              Comment


                                                Buona Pasqua!!
                                                Nessuna novità apparente dal punto di vista ciclico. Sono confermate le osservazioni precedenti: il ciclo di breve è tornato positivo con i mercati più forti dell’ultimo mese, ma necessiterà di un recupero di Asia, Emg e BRIC (e NASDAQ) per una rotazione efficace. Il ciclo di medio è in fase di top, quello di lungo ancora pienamente positivo. L’impostazione rialzista di fondo è chiara, mentre la chiave di breve è nella direzione della prossima spinta. Un ritorno LONG su base settimanale sui mercati più deboli delle ultime settimane (Asia, BRIC, NASDAQ) aprirà a un Aprile di stampo rialzista, con estenzione verso il PUNTO 5 del Ciclo Quadriennale.

                                                L’ipotesi rialzista resta comunque la favorita anche sul breve: le percentuali di mercati LONG sulle tre basi temporali (trimestre, mese, settimana: tutti sopra 60%!) sono tali da non consentire per ora dubbi sullo stato attuale del mercato. Sarebbe necessario un evento esogeno forte per una inversione.

                                                FAANG e ULTRABIG in netta ripresa, con la loro media a 20 settimane che si dimostra sostegno importante. Resta interessante la situazione della REGRESSIONE LINEARE (simile a una Coppock Guide), che ha raggiunto il terzo livello di ipervenduto più significativo degli ultimi 4+ anni e si è girata verso l’alto: ma negli altri due casi, gli indici erano andati a scavare correzioni ben più significative di questa. 4 titoli su 7 sono tornati al rialzo sul breve: ora devono migliorare la forza vs SP (solo GOOG e FB sono forti).

                                                Comment


                                                  Buona Pasqua anche a te!

                                                  Comment


                                                    «εἷς ἐμοὶ μύριοι, ἐὰν ἄριστος ἦι». (Uno è per me diecimila, se è il migliore). Eraclito, frammento 49, da Galeno.

                                                    Allora Buona domenica.

                                                    Questa è una fase di mercato altamente speculativa e va trattata e interpretata come tale.
                                                    Asia, Emg, BRIC e NASDAQ si uniscono – come prevedibile - alla fase ciclica rialzista di breve, anche se per il momento sono fermi (tranne il NASDAQ) a livello di trend settimanale. Il ciclo di medio è in fase di top, quello di lungo ancora pienamente positivo. L’impostazione rialzista di fondo è chiara: Aprile di stampo rialzista, con estensione verso il PUNTO 5 del Ciclo Quadriennale.

                                                    Le percentuali di mercati LONG sulle tre basi temporali (trimestre, mese, settimana: tutti sopra 60%!) sono tali da non consentire per ora dubbi sullo stato attuale del mercato. Ma se è normale e fisiologico aspettarsi che il periodo tra Maggio e Settembre porti correzioni →opportunità di acquisto, sarebbe necessario un evento esogeno forte (quindi imprevedibile: COVID docet...) per una inversione.

                                                    FAANG a nuovi massimi storici e ULTRABIG in netta ripresa, supportati dalla media a 20 settimane che si dimostra spartiacque. Resta interessante la situazione della REGRESSIONE LINEARE (simile a una Coppock Guide), che si è girata verso l’alto dal terzo livello di ipervenduto più significativo degli ultimi 4+ anni. 6 titoli su 7 sono tornati al rialzo sul breve e passano da 2 a 3 quelli migliori dello S&P500. La prossima verifica è il ritorno anche dell’ULTRABIG a nuovi massimi: dipenderà molto da Tesla.
                                                    Resta impressionante la sovraperformance di questi titoli contro un indice già di per sé molto efficiente come lo S&P.

                                                    Comment


                                                      Buon fine settimana.

                                                      Situazione invariata. La fase ciclica rialzista di breve resta positiva, anche se per il momento ASIA, EMG e BRIC sono fermi al palo a livello di trend settimanale. Il ciclo di medio è in fase di top, quello di lungo ancora pienamente positivo.
                                                      L’impostazione rialzista di fondo è in linea con quanto ipotizzabile: Aprile di stampo rialzista, con estensione verso il PUNTO 5 del Ciclo Quadriennale. Si comincia a percepire a livello interno un po’ di stanchezza nel trend di breve, sotto forma di concentrazione crescente verso alcuni mercati-settori-titoli.

                                                      Le percentuali di mercati LONG sulle tre basi temporali (trimestre, mese, settimana: tutti sopra 70%!) sono comunque tali da non consentire per ora dubbi sullo stato attuale del mercato. Normale e fisiologico aspettarsi che – una volta esaurita questa fase-impulso (inizio Maggio - fine Giugno?) - il periodo successivo porti correzioni con cali del 5-10% dai massimi per molti indici→opportunità di acquisto. Per ora mantenere.
                                                      Gli indici USA stanno per arrivare a valori di bolla, 14.146 o oltre per il Nasdaq, 4235 per SP500.

                                                      Secondo le indicazioni di 'mean reverting' vuol dire che stanno per correggere.
                                                      Gli indicatori di sentiment sono in piena fase di compiacenza.

                                                      Allora un'altra citazione di Eraclito: Esiste una sola sapienza: "riconoscere l'intelligenza che governa tutte le cose attraverso tutte le cose".

                                                      Comment


                                                        Buon fine settimana.
                                                        Inizia un deterioramento ciclico a livello di breve e medio termine.
                                                        Niente di drammatico: ma dopo mesi e mesi di unilateralità, supponiamo che questo crei qualche nervosismo. Le inversioni al ribasso, anche di breve, sono processi, non eventi.
                                                        L’impostazione rialzista di fondo è ancora in linea con l’estensione verso il PUNTO 5 del Ciclo Quadriennale. A livello interno la percentuale di mercati LONG sulle tre basi temporali (trimestre, mese, settimana: tutti sopra 50%, i due lunghi sopra 80%) è comunque tale da non consentire per ora dubbi sullo stato del mercato. Ma la stagionalità favorevole è agli sgoccioli e una volta esaurita questa fase-impulso (inizio Maggio - fine Giugno?) - il periodo successivo potrebbe portare correzioni presumibilmente veloci e volatili per molti indici→da considerare opportunità di acquisto.

                                                        Esiste poi un rischio inflazione, adesso? Lo vedremo dall'andamento dell'oro.
                                                        Certo rimane una enorme liquidità sui mercati, ma un repricing dei bond europei, come già avviene in USA, è molto probabile.

                                                        Esiste una realistica aspettativa di swing violenti e di rally gradualmente più pericolosi nei mesi a venire.
                                                        Per ora si prolunga la fase speculativa iniziata a novembre 2020.

                                                        A questo ritmo, si potrebbe arrivare, già nella seconda parte del 2021/inizio 2022, al top del ciclo (Stadio 3-4).

                                                        Comment


                                                          Buona fine settimana....... piovoso. Poco da dire.
                                                          Il mercato si sta deteriorando lentamente a livello di breve e medio periodo.
                                                          Le inversioni al ribasso, anche di breve (→correzioni), sono processi, non eventi. L’impostazione rialzista di fondo è ancora in linea con l’estensione verso il PUNTO 5 del Ciclo Quadriennale. Resta alta la percentuale di mercati LONG sulle tre basi temporali (trimestre, mese, settimana: tutti sopra 50%, i due lunghi sopra 80%).
                                                          La stagionalità favorevole si è conclusa e una volta esaurita questa fase-impulso (inizio Maggio - fine Giugno?) - il periodo successivo potrebbe portare correzioni presumibilmente veloci e volatili per molti indici→da considerare opportunità di acquisto.

                                                          Concentrarsi su titoli dominanti o in crescita di forza relativa.
                                                          Considerare che il calo del bitcoin spesso precede un rintracciamento dei mercati.
                                                          I mercati USA e i corporate bond sono troppo tirati.
                                                          Anche nei FAANG solo Alphabet e Facebook sono fortissimi. Si è visto dalle trimestrali.

                                                          Comment


                                                            Buon fine settimana.
                                                            Il mercato si fa via via più delicato, pur se in rialzo. Più dell'80% dei mercati sono long su base trimestrale e mensile. Sul settimanale siamo al 47%.
                                                            La leva finanziaria è elevatissima e, sia DJ sia SP500, sono a livelli di bolla. In questo senso, un futuro segnale ribassista di breve (→settimanale) potrebbe portare a una correzione presumibilmente veloce e volatile per molti indici→da trattare come opportunità di acquisto.
                                                            La volatilità è ancora bassa.
                                                            Consideriamo che i bond governativi sono tutti a rendimento reale negativo e quindi non appetibili. C'era un tempo dove investire i soldi era molto facile, specialmente in Italia perché le obbligazioni rendevano molto. Questo tempo è finito e adesso le obbligazioni a rischio zero rendono meno di zero e le obbligazioni - anche con molto rischio - rendono comunque molto poco. Non c'è più il flusso cedolare che permetteva di avere una specie di reddito aggiuntivo per i risparmiatori.

                                                            Due osservazioni a margine.
                                                            Le commodities sono in rialzo ormai da alcuni mesi, salvo i preziosi. Questo è coerente con la fase 3 del ciclo economico in cui ci troviamo adesso. Alcune, come l'olio di soya, hanno avuto rialzi spettacolari. Sono da tenere in considerazione.
                                                            Altro argomento da tenere in osservazione è la prevista riforma fiscale. Sarà fatta in accordo con l'Europa, che già da anni ci chiede di ridurre le tasse sul lavoro e alzare quelle sul capitale. Vedremo cosa ne sortirà.

                                                            Concludo con un memento: "Non permettere mai a un’operazione in utile di diventare una operazione in perdita: nessuno si è mai rovinato prendendo profitto."

                                                            Comment

                                                            Working...
                                                            X